Contrastare i parassiti esterni

Contrastare i parassiti esterni

Oltre agli insetticidi chimici e ai medicinali antiparassitari esterni, esistono altri metodi per contrastare i parassiti esterni.

Quali sono queste alternative?

Per l'animale: per limitare il rischio di infestazione da parassiti, si possono utilizzare due tipologie di prodotti:

Gli insettifughi*: a differenza degli insetticidi, sono prodotti destinati a respingere i parassiti esterni (pulci, zecche, flebotomi) e non a ucciderli. Rappresentano un'alternativa "senza insetticida" e sono formulati con estratti vegetali dalle proprietà repellenti (neem e/o piretro e/o lavanda). Il laboratorio Francodex ne propone diverse formulazioni adatte a tutte le situazioni (pipette, collari, shampoo, polvere o lozione).

Gli integratori alimentari: questi prodotti utilizzano degli estratti vegetali (luppolo, ecc.) per rinforzare la barriera cutanea dell'animale e renderlo meno vulnerabile agli attacchi dei parassiti.

Per l'ambiente:

Gli insettifughi*: esistono anche dei prodotti repellenti per l'ambiente in cui l'animale vive (spray, diffusore, granulato, insettifughi).

I prodotti a base di farina fossile**: la farina fossile ha un effetto insetticida tramite un'azione meccanica. È costituita da microscopiche alghe fossilizzate il cui scheletro è costituito prevalentemente da silice (minerale simile a piccoli cristalli di vetro). Può essere utilizzata sia in ambienti interni che esterni.

Ma attenzione: insettifughi e integratori alimentari non hanno alcuna azione letale sui parassiti. Se l'animale è già stato attaccato dai parassiti, si consiglia caldamente di utilizzare antiparassitari esterni per uso veterinario per tutti gli animali conviventi e insetticidi per ambienti.

In ambito preventivo, come scegliere tra un insetticida (ambientale o medicinale) e un insettifugo?

Se l'animale si trova in un ambiente a basso rischio (poche passeggiate nel bosco, altri animali conviventi trattati nello stesso modo, bassa stagione,ecc.), è possibile optare per una prevenzione con insettifughi. Tuttavia, se l'animale si trova in una zona a rischio (molte zecche, molte uscite, convivenza con molti altri animali, presenza di pulci nell'ambiente, ecc.), si raccomanda di preferire gli antiparassitari esterni per uso veterinario e gli insetticidi per ambienti.

 

 

*Classe biocida TP19: i biocidi devono essere usati con cautela. Prima dell'utilizzo, leggere l'etichetta e le informazioni sul prodotto.

**Classe biocida TP18: i biocidi devono essere usati con cautela. Prima dell'utilizzo, leggere l'etichetta e le informazioni sul prodotto.